News

29/08/2017

Campagna Naspi alle porte: orari potenziati a Lignano, Latisana e Cervignano

Con settembre alle porte, per migliaia di contratti stagionali del settore turistico si avvicina la conclusione. Una scadenza cui sono legati diverse incombenze per i lavoratori, prima tra tutte la domanda per il riconoscimento della Naspi, l’indennità che ha sostituito il vecchio trattamento di disoccupazione. Questa va presentata entro 68 giorni dalla scadenza del contratto, ma l’ideale è farlo subito, possibilmente già nei primi 7 giorni di disoccupazione. A ricordarlo la Filcams Cgil di Udine, che anche quest’anno, proprio per far fronte all’elevato numero di pratiche Naspi, garantirà la massima presenza possibile nei suoi sportelli di Lignano Sabbiadoro (via Latisana 172/a), Latisana (via Rosorgimento 18) e Cervignano (via Aquileia 14), cui fanno capo le due principali località turistiche della nostra regione. Per accelerare le pratiche, la Filcams invita inoltre gli interessati a presentarsi con un modello Inps sr163 già compilato: il modulo si può facilmente scaricare dal sito dell’istituto. 
La fine ormai prossima della stagione estiva è anche l’occasione per un bilancio dell’annata, che il segretario provinciale della Filcams di Udine Francesco Buonopane giudica complessivamente positivo, quantomeno per le nostre località marittime. «Grazie anche dal clima, un aumento delle presenze c’è stato. Resta invece immutato, purtroppo, il meccanismo che regola la Naspi, fortemente penalizzante per i lavoratori stagionali, che non sono soltanto studenti alla ricerca di un reddito durante le vacanze, ma una fonte di sostentamento che per molte famiglie è l’unica o quantomeno la principale. Di tutto questo si dovrebbe tenere conto nella disciplina di strumenti come la Naspi, passati invece da un modello prevalentemente solidaristico a uno prettamente assicurativo». 
Per quanto riguarda gli orari delle sedi di Lignano, Latisana e Cervignano, la Filcams ha predisposto un calendario che a settembre e ottobre prevede 80 ore settimanali complessive di apertura: gli sportelli saranno a disposizione del pubblico per cinque giorni alla settimana a Lignano e Latisana, da lunedì a venerdì, tre giorni a Cervignano, supplementari ai normali orari di apertura già coperti dal patronato Inca. In programma, di concerto con la segreteria confederale della Cgil, c’è inoltre un potenziamento della sede di Lignano, sia in termini di orari di apertura nel corso dell’intero anno solare che di servizi disponibili, non soltanto a beneficio dei lavoratori del commercio e del turismo ma anche degli altri settori, oltre che di pensionati, studenti, inquilini.